Archivi tag: traffico

PASSANTE DI BOLOGNA, «LA LEGA TRADISCE L’EMILIA-ROMAGNA»

La mia replica alle dichiarazioni del viceministro alle infrastrutture Edoardo Rixi sul Passante di Bologna:

«Stupiscono le parole del viceministro alle Infrastrutture Edoardo Rixi in merito al Passante di Bologna. Dopo che il progetto ha ottenuto il via libera del Governo, convincendo anche i Cinque stelle, da sempre contrari o quanto meno scettici sulle opere pubbliche necessarie per rilanciare il Paese, ora è la Lega a mettere in discussione il progetto. Lo trovo davvero singolare, soprattutto per un partito che si è sempre dichiarato a favore delle infrastrutture strategiche per l’Italia come è il Passante di Bologna. In questo modo il carroccio tradisce gli emiliano-romagnoli e più in generale gli italiani ai quali dice di tenere tanto: tradisce le imprese, i cittadini che si spostano in auto per lavorare e quelli che viaggiano per turismo. Ho il sospetto che la Lega voglia rallentare l’iter del progetto per poi ricominciare da capo. Se così fosse, oltre ad essere una scelta dannosa sarebbe comunque un autogol, perché giocare con la tela di Penelope con le opere pubbliche è contrario al tipico buon senso emiliano-romagnolo».

INFRASTRUTTURE: «SODDISFATTO PER I PASSI AVANTI AL MINISTERO»

«Le avevano definite “opere inutili e dannose” ma alla fine hanno dovuto ammettere che si tratta di arterie necessarie per lo sviluppo dell’Emilia-Romagna e di tutta l’Italia. Accolgo con grande soddisfazione il sostanziale via libera alla costruzione della bretella Campogalliano-Sassuolo e i notevoli passi avanti fatti per la realizzazione del Passante di Bologna arrivate dopo l’incontro di oggi a Roma tra il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini e il ministro dei Trasporti Toninelli. A Roma devono aver capito che fermare l’Emilia-Romagna significa costringere l’Italia a una brusca frenata e che le infrastrutture sono fondamentali per l’economia di tutta la penisola. Un risultato, quello di oggi, frutto anche della determinazione degli amministratori di questa Regione per non veder naufragare opere pubbliche i cui progetti hanno già ottenuto la Valutazione di impatto ambientale e i finanziamenti».