129 progetti per riqualificare gli edifici pubblici, dalle scuole, agli uffici, agli impianti sportivi, alle RSA

La Regione ha approvato il contributo per 129 progetti, per la riqualificazione energetica in edifici pubblici e di edilizia residenziale pubblica.
Sono scuole, uffici pubblici, impianti sportivi, residenze per anziani che avranno maggiore sicurezza e minor consumo di energia.
26 progetti riguardano il territorio della città metropolitana di Bologna.
La Regione Emilia-Romagna stanzia 19 milioni di euro, che produrranno un investimento complessivo di 50 milioni.
E’ una nuova tappa di un percorso già lungo che ha visto tre bandi dal 2016 a oggi.
Sommando quanto si è fatto a questi nuovi investimenti si arriva ino a ora alla ragguardevole cifra di quasi 50 milioni di euro, fondi europei impiegati per un ottimo fine dalla regione Emilia-Romagna.
Si interviene sia sulle strutture edilizie (coibentazione, copertura, pareti e la sostituzione degli infissi), sia sugli impianti (riscaldamento, illuminazione, nuove installazioni di impianti fotovoltaici e solare termico) che sui trasporti di persone o cose).
Alle scuole sono dedicati ben il 50% dei progetti. L’altra metà si divide fra residenze municipali, uffici, edilizia residenziale pubblica, impianti sportivi, palestre, piscine, residenze per anziani e altre destinazioni. In sintesi la direzione dell’Emilia-Romagna è chiara: la ripresa dopo l’interruzione delle attività per il lockdown deve avvenire attraverso scelte per una economia ambientalmente sostenibile e per investimenti di qualità.