A gonfie vele il movimento nato in Emilia-Romagna

Hanno cominciato a Bologna. Sì, le sardine sono nate sulle piazze dell’Emilia-Romagna. Evidentemente non erano un piccolo fuoco acceso solo per la preoccupazione di una battaglia difficile e complessa come quella per le elezioni regionali del 26 Gennaio.
D’altra parte il significato di queste elezioni va oltre la dimensione locale. Non solo e non tanto per le conseguenze politiche che avranno sul piano nazionale ma per il valore ideale della storia e del presente della Regione.
E proprio a partire da questo livello , i valori di fondo, una “civiltà” si potrebbe dire, che sono partiti gli appuntamenti proposti dalle sardine. E dai valori sono nate le motivazioni delle migliaia e migliaia di persone che si sono presentate.
Si calcola che, sommando tutte le occasioni che finora sono state organizzate, si arrivi a oltre 500.000 persone che sono venute a manifestare per la democrazia, l’antifascismo, la non violenza anchenelle parole.
E’ un fatto. Il suo significato è grande. Non va chiesto alle sardine di cambiare il quadro politico-elettorale. Lo stesso ’68 ci mise quasi un decennio prima di veder registrati nelle urne delle elezioni dopo la metà degli anni ’70 gli spostamenti di orizzonte e collocazione che si erano determinati per quel movimento e per il successivo ’69 operaio.
No queste serene, pacifiche, convinte, manifestazioni indicano che hanno deciso di “schierarsi”, di essere in campo, settori interi della Società italiana che parevano arresi, rassegnati. Fra questi, molti giovani. E, d’altra parte, non è la prima volta che emergono sentimenti nel mondo giovanile diametralmente opposti alla corsa verso la Destra di tanti. Abbiamo avuto i “Friday for future”, per esempio, un esempio importante. Naturalmente quando si sta sotto i riflettori si diventa bersaglio di ogni tipo di osservazione critica. Noi però non siamo fra i critici ma fra i partecipi. Mentre abbiamo ancora negli occhi le immagini della piazza di Bologna e della bellissima Roma di Sabato, alle sardine diciamo grazie.